Con l’obbligo dei pagamenti tramite POS, molti consumatori italiani stanno cominciando a considerare meno l’utilizzo del denaro contante a favore di un pagamento digitale, come Satispay e altre.

L’argomento pagamenti digitali è in auge ormai da qualche anno, con gli esercenti e i liberi professionisti che hanno dovuto rassegnarsi ad accettare sempre e comunque i pagamenti POS per non incorrere in una multa. Il nuovo governo, per andare incontro alle lamentele arrivate da più parti, intende applicare un limite entro il quale non verranno comminate sanzioni pecuniarie a coloro che non accettano pagamenti POS.
Tantissimi italiani, limite o meno, hanno già deciso di munirsi di mezzi alternativi al contante, che non sono soltanto carte di credito o debito, ma soluzioni più smart e convenienti.

Stiamo parlando di Satispay: un’app di mobile payment che si sta diffondendo velocemente tra gli utenti italiani.
La sua creazione si deve a tre imprenditori di Cuneo, i quali hanno ideato un sistema che permette di effettuare alcune operazioni: la possibilità di inviare o ricevere denaro tramite due dispositivi mobili è una di queste.

Per usare l’app, è necessario prima scaricarla e poi registrarsi, le informazioni che andranno inserire in fase di registrazione sono prettamente personali e finanziarie, come il numero di telefono, l’indirizzo email, la carta di identità, il codice fiscale e l’IBAN del proprio conto corrente.
Una volta fatto si può iniziare a usare l’app ed è possibile anche stabilire una cifra massima di accettazione dei pagamenti.
Il passo successivo è la geolocalizzazione dei negozi che accettano pagamenti tramite questa app e per farlo è necessario accedere alla sezione Negozi.
Alcune delle attività commerciali consentono il cashback, ossia il rimborso di una parte della cifra spesa per un acquisto.

Fonte: https://www.punto-informatico.it/perche-e-conveniente-pagare-con-satispay/