La Canadese BlackBerry ha annunciato che dal 4 gennaio 2022 i dispositivi su cui ancora girano i sistemi operativi dell’azienda non riceveranno più gli aggiornamenti ai servizi necessari per le chiamate, gli sms o la connessione alla rete mobile.

Nell’era pre-smartphone la BlackBerry dominava il mercato con i suoi palmari con la tastiera fisica. Ma ormai sono reliquie ed è arrivato anche per loro il capolinea. L’assenza di nuovi aggiornamenti ai provisioning service renderà inutilizzabili tutti i dispositivi su cui ancora girano BlackBerry 7.1 oppure BlackBerry 10, il firmware con cui nel 2013 l’azienda canadese aveva tentato un fallimentare reboot del marchio.

Tutto ciò non dovrebbe creare particolari problemi agli utenti in quanto l’annuncio interessa solo modelli di BlackBerry precedenti al 2013, oggetti da collezione usati ormai solo da pochissimi appassionati. Infatti nel 2015 l’azienda aveva provato a proporre un modello di smartphone basato su Android, ma con una pessima risposta del mercato. Questi smartphone continueranno in ogni caso a funzionare, l’unica eccezione sono le mail e i redirect gestiti dai server di BlackBerry, che pure verranno disconnessi, e le licenze Esbl o Ibl utilizzate a livello aziendale, su cui però praticamente nessuna compagnia fa più affidamento ormai da anni.

Per continuare la storia dell’azienda canadese bisogna dire che nel 2016 decise di cedere il marchio al produttore cinese Tcl, e passò da azienda di hardware a fornitore di soluzioni aziendali per la sicurezza informatica. Il 4 gennaio 2022 è passato dunque agli annali come la data definitiva di decesso dei BlackBerry, anche se la sorte infausta era ormai chiarissima da più di un anno e mezzo: anche Tcl ha gettato la spugna dopo che tutti i tentativi di risollevare la tradizione della tastiera fisica sugli smartphone sono finiti malamente. La licenza per la produzione di hardware stipulata fra BlackBerry e l’azienda cinese è scaduta nell’agosto del 2020 e non è stata rinnovata. Pareva che una poco conosciuta azienda texana chiamata OnwardMobility avesse annunciato l’intenzione di resuscitare il marchio nel 2021 con un dispositivo 5G dotato di tastiera fisica. Ormai siamo nel 2022 e del famigerato nuovo BlackBerry non si è saputo più nulla.

Fonte: www.lastampa.it – Andrea Nepori